Al Policlinico nasce il “giardino volante” per i piccoli pazienti dell’oncoematologia pediatrica

Al Policlinico nasce il “giardino volante” per i piccoli pazienti dell’oncoematologia pediatrica

Un albero fluttuante e migliaia di origami di carta pronti per essere colorati, il tutto attorniato da luci e “spettacolo”. È il giardino volante in dono ai piccoli pazienti dell’Oncoematologia pediatrica dell’Azienda Ospedaliero Universitaria “G. Rodolico – San Marco”.

Il giardino volante è presente nel padiglione 4 del presidio “Rodolico” di via Santa Sofia. Il “Giardino Volante” appare un mondo quasi magico che renderà migliore la degenza dei piccoli pazienti ricoverati nel reparto, addolcendo la loro permanenza in ospedale tra gioco e stupore.

Il progetto è costituito in parte da una speciale opera artistica -composta da sagome di animali in plexiglass trasparente appese al soffitto lungo fili di lenza e in altra parte è composto da origami di carta, realizzati dall’artista giapponese Shuhei Matsuyama, che potranno essere utilizzati e colorati dai bimbi degenti.

La professoressa Russo ha dichiarato: «Ringraziamo artisti e organizzatori per averci donato il “Giardino Volante”, realizzato nonostante la pandemia abbia provato a bloccare il progetto. L’arte è importante non soltanto perché valorizza i luoghi in cui è introdotta ma in questo caso può essere strumento curativo per chi soffre». Gli organizzatori hanno anche consegnato ai direttori Russo e Adorno, un simbolico assegno di 1.200 euro, cifra che verrà devoluta all’azienda ospedaliero universitaria.

Rispondi