Nuova viabilità in via Santa Sofia: la fase sperimentale diventa definitiva al Policlinico (I DETTAGLI)

Nuova viabilità in via Santa Sofia: la fase sperimentale diventa definitiva al Policlinico (I DETTAGLI)

Entra definitivamente a regime la nuova viabilità interna e il nuovo sistema di parcheggi del presidio “Rodolico” dell’Azienda Ospedaliero Universitaria “G. Rodolico – San Marco”, in via Santa Sofia. La fase sperimentale, iniziata lo scorso mese di gennaio, si è conclusa con successo.

Stamani il direttore generale dell’azienda, Gaetano Sirna, ha illustrato il nuovo sistema viario all’assessore regionale ai Trasporti, Marco Falcone, nel corso di un sopralluogo e di una breve cerimonia d’avvio, alla presenza di altri rappresentanti istituzionali.

L’intervento di riqualificazione del sistema viario ha previsto la rotazione del senso di marcia all’interno degli spazi ospedalieri, la creazione di nuovi posti auto e l’avvio di nuovi servizi a favore dell’utenza nell’ottica di facilitare e velocizzare gli accessi e il parcheggio delle auto di visitatori e personale aziendale, con sistemi di automazione e razionalizzazione nella gestione degli ingressi.

Il progetto è stato realizzato con il sistema del project financing dalla Società Cooperativa sociale EcoTourist che tre anni fa ha vinto la relativa gara e siglato una convenzione con l’azienda per progettazione, esecuzione dei lavori e gestione, compresa manutenzione, dei parcheggi.

Il senso di marcia dei veicoli, invertito rispetto al passato, si è rivelato efficace, con la possibilità per gli accompagnatori di trattenersi nelle zone interne gratuitamente per 15 minuti, il tempo di fermarsi in prossimità dei padiglioni e lasciare il paziente che non sia in grado di affrontare a piedi la distanza dal parcheggio.

L’accesso al Presidio Ospedaliero, adesso in via Santa Sofia 88 successivo a quello del Pronto Soccorso, ha due corsie ben segnalate: la prima, con entrambi i lettori Ticket e Badge e, in aggiunta, il nuovo sistema di lettura targhe, è destinato sia ai dipendenti, sia agli utenti occasionali; l’altro, con solo lettore badge e sistema di lettura targhe, è riservato all’ingresso di ambulanze e dipendenti.

L’ex ingresso principale, al civico 78 di via Santa Sofia, resta così definitivamente destinato all’uscita delle autovetture e per l’ingresso dei mezzi autorizzati e per i dipendenti tramite il riconoscimento targa. Tutti i varchi sono dotati di citofono e protetti da un sistema di videosorveglianza.

Tra gli interventi eco-friendly, c’è la realizzazione di un nuovo parcheggio “eco-sostenibile”, a raso, accanto all’edificio 14. Dotato dell’innovativo impianto di illuminazione “Stand Alone” con pannelli fotovoltaici che sfrutta l’energia solare, il parcheggio è capace d’illuminarsi senza sprechi per 12 ore al giorno. Nei pressi è stata realizzata una nuova area a verde di 400 mq, oltre ad un sistema di drenaggio delle acque attraverso masselli drenanti forniti, fra l’altro, di meccanismi di riduzione delle particelle inquinanti dell’aria.

Il piano di interventi ha inoltre visto la modifica della toponomastica, secondo le indicazioni dell’Università, con l’assegnazione di nuovi nomi ai viali interni, alla memoria di illustri accademici: Via Prof. Salvatore Citelli, Via Prof. Salvatore Calderaro, Via Prof. Mario Bernardo Cetroni, Via Prof. Attilio Basile, Via Prof. Saverio Latteri, Via Prof. Luigi Condorelli, Via Prof. Giovanni Rasario, Via Prof. Giuseppe Russo.

Rispondi