Licenziato dalla compagna per violenze, torna nell’agenzia per rapinarla e minacciarla (I FATTI)

Licenziato dalla compagna per violenze

Il personale delle Volanti ha tratto in arresto un uomo, quarantacinquenne con precedenti per rapina e tentato omicidio, responsabile del reato di rapina. Intorno alle ore 17.30 alcuni equipaggi sono stati dirottati presso un’agenzia di noleggio auto, sita in via Plebiscito, in seguito alla segnalazione d’una lite.

Giunti presso l’agenzia, gli agenti hanno fermato un individuo che, in evidente stato d’agitazione, ha dichiarato d’aver avuto un diverbio con la compagna, la quale si trovava ancora all’interno dell’attività commerciale. La donna, titolare dell’agenzia di noleggio auto, ancora scossa per l’accaduto e in lacrime, ha riferito d’aver richiesto l’intervento della Polizia poiché il suo ex compagno era entrato all’interno dell’agenzia, cacciando malamente le dipendenti dell’agenzia e minacciandola, oltre ad impossessarsi della sua borsa con violenza sottraendo 135 euro e diverse carte Bancomat.

La coppia ha avuto una breve colluttazione in cui la donna era riuscita a rientrare in possesso della borsa e dei soldi ma l’ex compagno, dopo averla strattonata, si era impossessato delle chiavi dell’agenzia e di quelle di diverse autovetture, per poi allontanarsi. Durante la perquisizione personale, gli agenti hanno rinvenuto nel giubbotto dell’uomo le chiavi e le carte bancomat poco prima sottratte all’ex compagna.

L’attività d’indagine svolta nell’immediatezza dei fatti ha permesso d’appurare che l’uomo era anche un ex dipendente dell’attività di noleggio auto ma licenziato da qualche giorno, anche a seguito dei comportamenti violenti tenuti nei confronti della compagna. Mosso da un sentimento di rivalsa, l’uomo si era recato in agenzia e anche durante le fasi del controllo di polizia, nonostante la presenza degli agenti, il quarantacinquenne con precedenti per rapina e tentato omicidio si è mostrato particolarmente nervoso, minacciando ad alta voce la donna.

L’uomo è stato arrestato per il reato di rapina e denunciato in stato di libertà per le minacce. Dopo gli adempimenti di rito e su disposizione del Magistrato di turno, il quarantacinquenne è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Ragusa, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Rispondi