Lo sport a Catania è in fase di riqualificazione, è il turno del campo di rugby Paolone e della piscina di Nesima

Lo sport a Catania è in fase di riqualificazione

Due nuovi tasselli si aggiungono al piano di riqualificazione degli impianti sportivi catanesi dopo i già passati lavori sul campo scuola d’Atletica Leggera di Picanello, il Pala Catania di Corso Indipendenza e lo storico campo di calcio di Nesima. I due nuovi lavori sul campo rugby di Santa Maria Goretti e sulla piscina di Nesima sono già stati avviati.

Il piano di riqualificazione è stato confermato e processato dall’Amministrazione comunale. I lavori già avviati sono finalizzati a garantire una più ampia funzionalità delle due strutture che influiscono in maniera determinante sullo sport cittadino, in un’ottica di piena valorizzazione che favorisca una solida progettualità e margini di crescita costante dell’attività agonistica e di base.

Nel dettaglio, il campo rugby di Santa Maria Goretti, intitolato a Benito Paolone, sarà riqualificato con il rifacimento delle tribune e della loro copertura, la ristrutturazione degli spogliatoi e l’ammodernamento degli impianti tecnologici. Gli interventi nella piscina di Nesima riguarderanno il tetto, le vasche, gli impianti e l’efficientemento energetico. Inoltre sarà installato un “pontone” che permetterà di delimitare la vasca a 25 metri, consentendo finalmente la disputa di gare ufficiali indoor a Catania.

I lavori sono finanziati dal bando ministeriale “Sport e periferie” sulla base d’istanze avanzate dall’Amministrazione Bianco e l’intero iter eseguito col confronto costante con il Coni nazionale, nell’ambito di un dialogo costruttivo con le istituzioni sportive. Il Sindaco di Catania Salvo Pogliese ha dichiarato: «La grande opera di riqualificazione degli impianti comunali è un lavoro capillare e trasversale, che sta abbracciando tutti i quartieri e tutte le discipline, consapevoli del valore sociale che la pratica sportiva possiede».

Rispondi