Illegittima la denominazione del “Bellininfest”, il Festival finisce in Tribunale

Illegittima la denominazione del "Bellininfest"

È scontro a colpi di carte bollate sull’intitolazione di un Festival musicale al grande musicista e compositore catanese Vincenzo Bellini. Il Tribunale di Palermo, su ricorso del Bellini Festival, la manifestazione fondata a Catania nel 2009 dal maestro Enrico Castiglione, ha infatti emesso un’ordinanza cautelare dichiarando illegittima la denominazione del “Bellininfest” promosso dalla Regione Siciliana.

“Nel caso di specie – scrive il giudice – le differenze tra il marchio utilizzato dalla regione e quello registrato da Castiglione e da quest’ultimo utilizzato per oltre dieci anni sono minime, quasi impercettibili dal punto di vista fonetico”.

Secca la replica dell’assessore regionale Manlio Messina: “La Regione Siciliana e l’assessorato allo Spettacolo confermano l’impegno nella promozione della figura e delle opere di Vincenzo Bellini, genio della lirica e tra i massimi compositori mondiali“. Per l’assessore, che annuncia ricorso, “la querelle giudiziaria vedrà doverosa, e speriamo rapida, definizione nelle sedi opportune“. Ma, nelle more, nel rispetto della decisione del giudice, “l’assessorato provvederà al ritiro del nome “BellininFest” dal materiale divulgativo e promozionale dove è presente il logo, lasciando inalterato il ricco programma dell’evento in onore del Cigno“. A partire, annuncia l’assessore, “da domani sera, quando al Teatro Massimo Bellini, andrà in scena ‘Norma, che sarà trasmessa in diretta da Rai5“.

Rispondi