Controllano che sia in casa ai domiciliari scoprendo furto d’elettricità e occupazione abusiva (I FATTI)

Controllano che sia in casa ai domiciliari scoprendo furto d’elettricità e occupazione abusiva (I FATTI)

In questi giorni il personale del Commissariato di Librino ha effettuato diversi controlli ai soggetti attualmente detenuti agli arresti domiciliari. Gli agenti hanno indagato in stato di libertà il sessantenne C. O. e il trentaseienne S. A. per il reato d’evasione, infatti, entrambi il giorno di Ferragosto si erano allontanati senza autorizzazione dal luogo di detenzione domiciliare.

I poliziotti, con l’ausilio dei colleghi della Divisione Anticrimine della Questura che ne hanno indicato l’opportunità, hanno effettuato un controllo presso l’abitazione di un soggetto sottoposto alla misura degli arresti domiciliari, al fine di accertare la regolarità dell’abitazione in cui abita ed è detenuto.

È emerso che l’alloggio verificato dagli agenti non era idoneo alla detenzione domiciliare poiché è stato rilevato il furto aggravato d’energia elettrica. Inoltre la casa risulta di proprietà del Comune di Catania ma i nominativi non combaciavano, infatti l’abitazione era stata occupata abusivamente dal criminale sottoposto agli arresti domiciliari. Il venticinquenne P.G. e la moglie sono stati indagati in stato di libertà per occupazione abusiva d’immobili, oltre al furto aggravato d’energia.

Rispondi