In fila ai controlli dell’aeroporto di Catania anche “u muluni”

In fila ai controlli dell’aeroporto di Catania anche “u muluni”

È stata una sorpresa anche per i controllori veterani dell’aeroporto di Catania. Una curiosa e simpatica vicenda è accaduta quest’oggi nell’aerostazione catanese. Durante una classica giornata in cui (fortunatamente) molti passeggeri e turisti transitavano dai controlli di sicurezza, tra gli oggetti da passare allo scanner del metal detector è spuntata un’anguria.

Uno dei “must have” estivi sembrerebbe essere stato particolarmente amato da un passeggero, tanto da decidere d’azzardare il transito ai controlli con “u muluni”. I controllori posizionati ai gate di sicurezza sono rimasti interdetti, facendo emergere subito dopo un sorriso per un oggetto che nessuno di loro aveva mai visto transitare dai controlli in tale maniera, nemmeno i veterani del mestiere.

I primi commenti sui social network, prevalentemente d’impronta ironica, vertono su due simpatici dubbi. Il primo è l’identificazione del passeggero follemente amante delle angurie: un turista rimasto incantato dall’ortaggio (che per i catanesi è un frutto), sconosciuto ed irreperibile nella sua terra d’origine o un catanese intento a “risparmiare” sullo spuntino prima del volo? Il secondo dubbio potrebbe essere ben presto risolto, invece, dagli stessi controllori: il quantitativo di liquido presente all’interno del cocomero lo bloccherà ai controlli, obbligando il proprietario a stivarlo, o sarà accettato come bagaglio a mano?

In fila ai controlli dell’aeroporto di Catania anche “u muluni”

Rispondi