Viagrande: gravato da un mandato d’arresto europeo in seguito a rapina e sequestro
di Marco D'Urso

Viagrande: gravato da un mandato d’arresto europeo in seguito a rapina e sequestro, si fa trovare a conversare con un pregiudicato

I Carabinieri della Stazione di Viagrande hanno arrestato il cinquantaquattrenne catanese Orazio D’Agata, in esecuzione di un mandato d’arresto europeo ai fini estradizionali. L’uomo, il 7 novembre 1997, armato di pistola sequestrò a scopo di rapina la guardia giurata posta a tutela della filiale di Nizza del Credito Lionese. Dopo decenni di fuga, l’uomo si … Leggi tutto

I Carabinieri della Stazione di Viagrande hanno arrestato il cinquantaquattrenne catanese Orazio D’Agata, in esecuzione di un mandato d’arresto europeo ai fini estradizionali. L’uomo, il 7 novembre 1997, armato di pistola sequestrò a scopo di rapina la guardia giurata posta a tutela della filiale di Nizza del Credito Lionese. Dopo decenni di fuga, l’uomo si espone per chiacchierare con un pregiudicato.

La condanna in seguito al “colpo” a Nizza giunse dai giudici della Corte di Appello delle Alpi Marittime di Nizza il 22 giugno 2001, che lo ritennero colpevole di rapina e sequestro di persona. La sentenza fu tramutata definitivamente in mandato d’arresto il 12 maggio 2005 ma fino a ieri il catanese aveva eluso la cattura.

I militari di pattuglia stavano percorrendo la via Sergi finché hanno notato un pregiudicato del posto, a loro conosciuto, assieme a un altro soggetto mentre dialogavano tranquillamente in strada come se uno dei due non fosse ricercato a livello internazionale.

L’approfondito controllo, tramite anche l’interrogazione della banca dati, ha fatto emergere il provvedimento d’arresto e la condanna comminata al cinquantaquattrenne dai giudici transalpini, equivalente a 19 anni e 4 mesi di reclusione. L’arrestato, assolte le formalità di rito, è stato rinchiuso nel carcere di Catania Piazza Lanza.

Rispondi