“Un giocattolo, un sorriso”: doni, simbolismo e solidarietà per diverse chiese e oratori

“Un giocattolo

Uova di cioccolato e giocattoli per una Pasqua all’insegna della dolcezza e della solidarietà ma non solo. Sono state sette le realtà coinvolte, tutte d’impronta ecclesiastica. L’iniziativa “Un giocattolo, un sorriso” avrebbe come obiettivo di ricordare che la Pasqua è un momento speciale per tutti, soprattutto per coloro che soffrono in questo particolare momento di emergenza dovuto alla pandemia.

Nel III municipio di Catania la sinergia tra chiesa e politica ha permesso la consegna dei doni alla Parrocchia di Santa Maria di Gesù. Il presidente di “Borgo-Sanzio” ha commentato: «Un dono che, per molte famiglie, rappresenta un simbolo di speranza cominciare da qui per avviare una serie di iniziative che vedano come protagonisti proprio quelle persone che, dal punto di vista umano, sanno regalarti tanto è fondamentale».

Sono stati 330 i doni destinati ai bambini: 170 uova di Pasqua e 160 giocattoli. I doni sono stati acquistati tramite la beneficienza di ogni singolo cittadino che ha voluto donare qualcosa. Il materiale raccolto è stato consegnato a sei parrocchie di Catania e provincia e ad un Istituto pubblico di assistenza e beneficenza con la promessa che saranno successivamente distribuiti ai bambini meno abbienti.

Le realtà interessate nel dettaglio sono: Oratorio San Filippo Neri di Catania, Parrocchia dello Spirito Santo di Paternò, Parrocchia SS. Crocifisso dei Miracoli – Gesuiti di Catania, Parrocchia Santa Maria di Gesù di Catania, Oratorio Salesiano S.Cuore di Catania, Santuario dell’Addolorata dei Padri Passionisti di Mascalucia e Ipab Santa Maria del Lume di Catania.

Rispondi