San Cristoforo: chiude l’esercizio nel rispetto del Dpcm, ma spaccia nel retro

San Cristoforo: chiude l’esercizio nel rispetto del Dpcm

Aveva chiuso il suo centro scommesse al pubblico rispettando quando previsto dall’ultimo decreto emanato dal Governo Conte, ma spacciava nel retro della sua bottega.

È questa la scoperta fatta dalla Polizia di Stato nei confronti di Michel Mirko Lazzara, di 26 anni, per il quale sono scattate le manette per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente del tipo marijuana.

Nella mattinata di ieri, i “Falchi” della Squadra mobile hanno notato un insolito via vai all’interno della sala scommesse di Lazzara, nella zona di San Cristoforo. Entrati nella bottega, hanno sorpreso il giovane, che è apparso visibilmente nervoso. L’intervento successivo della Squadra Cinofili dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico ha consentito il ritrovamento di 180 dosi di marijuana nascoste in diversi punti del locale per un peso di circa 150 grammi.

Nel corso della perquisizione, sono stati rinvenuti anche un bilancino di precisione e 2800 euro, suddivisi in banconote di piccolo taglio.

Il 26enne, già coinvolto nell’Operazione “Piazza Pulita”, è stato arrestato e trattenuto dalla Questura di Catania in attesa di giudizio.

Rispondi