Catania, “Truffa dell’eredità” ai danni di un’anziana signora

Catania

Truffa aggravata in concorso: è questo quanto imputato ad un 71enne messinese dalla squadra investigativa del commissariato Borgo Ognina di Catania.

I fatti risalgono allo scorso 7 agosto, quando l’uomo, insieme ad un suo complice, ha messo in atto la cosiddetta “truffa dell’eredità” ai danni di un’anziana signora, la quale è stata convinta a dare i risparmi di una vita, per l’esattezza 11mila euro, a favore di un finto medico che avrebbe curato dei bambini e che avrebbe voluto ricompensare con una somma di 150.000 euro.

Solo dopo aver ottenuto i soldi, e dopo aver convinto l’anziana a scendere dalla macchina con la scusa di acquistare delle marche da bollo, i due si sono dileguati.

A seguito della denuncia, le forze dell’ordine, grazie soprattutto alle immagini registrate dai vari sistemi di videosorveglianza installati sugli edifici commerciali circostanti la zona in cui si sono verificati gli eventi, sono riusciti ad estrapolare la targa della vettura, che è risultata essere noleggiata dal 71enne.

Il falso donatore, già noto alle forze dell’ordine per i suoi trascorsi giudiziari e perché avvezzo alle truffe, è stato riconosciuto dalla vittima, ed è stato indagato all’Autorità giudiziaria per truffa aggravata. Le indagini sono ancora in corso per rintracciare il complice.

Rispondi